Tutela legale

Il Team Tutela SNFIA contribuisce, con l’ausilio del legale fiduciario del Sindacato, a chiarire le problematiche presentate dagli iscritti in relazione al rapporto di lavoro.

  Contatta il nostro team

Costituzione Italiana

Estratto della Costituzione Italiana riportante gli articoli in materia di lavoro

  Scarica la Costituzione Italiana

Codice civile

Estratto del libro V. Disciplina delle attività professionali e lavoro nell'impresa

  Scarica il Codice Civile

Statuto dei lavoratori

Norme sulla tutela della libertà e dignità dei lavoratori, della libertà sindacale e dell'attività sindacale nei luoghi di lavoro e norme sul collocamento.

  Scarica lo Statuto dei Lavoratori

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere la newsletter SNFIA inserisci la tua mail e segui le istruzioni inviate all'indirizzo indicato.

 

 

  Iscriviti alla newsletter

DIRITTO    NOVITÀ GIURISPRUDENZIALI

Corte di Cassazione (sezione Lavoro) - Licenziamento per giustificato motivo oggettivo

Corte di Cassazione, sezione Lavoro, sentenza   25 giugno 2018 n. 16702


LICENZIAMENTO  PER  GIUSTIFICATO  MOTIVO  OGGETTIVO

L’assenza di prova circa il fatto posto alla base del licenziamento per giustificato motivo oggettivo non è equivalente alla “manifesta insussistenza” dello stesso.


Nell’ambito del regime introdotto dalla legge Fornero e poi innovato con il Jobs Act, è prevista la reintegrazione nel posto di lavoro in caso manifesta insussistenza del fatto posto alla base del licenziamento per giustificato motivo oggettivo.


Sul punto la Corte di Cassazione, richiamando la sua precedente pronuncia n. 10435/2018, ha accolto e ribadito una nozione particolarmente restrittiva di “manifesta insussistenza”, considerandola tale solo quando a una chiara, evidente e facile verifica risulti l’inesistenza del fatto giustificativo e non a ogni caso di mancanza di prova dello stesso.


Scarica la sentenza

 

Pubblicato il 11.07.2018